LET’S SPRING!

Sapete cosa mi piace proprio tanto? 
Quando scopro che una parola racchiude significati diversi ma connessi tra di loro. 
La lingua italiana ha le sue perle ma oggi, sarà anche per il sole che ha deciso di invadere il mio studio, la parola che mi tormenta è SPRING!
É una parola inglese conosciuta principalmente per il suo primo significato, 
primavera ma in realtà viene utilizzata anche per tradurre parole come molla, sorgente, elasticità, salto, balzo..
Bé, eccola qui, una piccola parola di appena sei lettere che racchiude un mondo, esattamente il mio al momento :)!
Si perché quando esce il sole, tutto sembra diverso.
L’arrivo della primavera modifica le giornate, trasforma i profumi, il sapore dell’aria, la brillantezza dei colori. L’arrivo della luce primaverile cambia aspetto a tutto, anche ciò che poco prima sembrava brutto e cupo.
Tutto risorge, tutto è pronto a fare un grande balzoin avanti.

Quando la primavera sta per arrivare, mi capita di avvertire un prurito frizzantino, proprio lì sotto al naso; quel prurito mi solletica, mi fa strizzare gli occhi e, quando li riapro, ecco che nella mia mente iniziano a saltellaretante idee pazze e nuovi progetti. Sono carica, guardo su verso il cielo e prendo un grande respiro, allungandomi proprio come un elastico.
Inizia tutto verso la prima metà di marzo: il mio corpo si risveglia piano piano, le ossa smettono di scricchiolare e urlano, “Soleee”; sento il bisogno di uscire più spesso, fare lunghe camminate e osservare. Osservo i colori che cambiano, la luce che irradia un mondo che si sta risvegliando. La testa invece, incomincia a scalpitare, le mani fremono dal desiderio di fare, e i miei piedi vogliono correre in lungo e in largo! In questo periodo ho difficoltà a contenere la frenesia, mi trasformo proprio in una “molla” ed è quasi impossibile fermarmi.
E appena arriva il primo sole, ecco esplodere l’euforia nel mio sguardo.
Da un punto di vista scientifico ho letto che questo processo viene spiegato in seguito all’arrivo di maggior luce nelle giornate.
La luce stimola la produzione di endorfine, un gruppo di sostanze prodotte dal cervello e dotate di proprietà simili a quelle presenti nella morfina e nell’oppio. Le endorfine hanno però una portata molto più ampia e nell’essere umano sono responsabili del buon umore, aumento dell’appetito e del desiderio sessuale.
E poi non dimentichiamo i raggi del sole: questi stimolano la produzione di vitamina D che influisce sull’umore, la circolazione sanguigna e le difese immunitarie. 
Insomma, diciamo che forse non possiamo sfuggire a questo springche riecheggia nell’aria, ed anche se non sono qui per fare un trattato scientifico su vitamine e cambiamenti ormonali, posso confermare che la scienza di sicuro non sbaglia. Quello che mi premeva dirvi però, e che forse il fattore umano un po’ influisce, e seppur l’energia è tanta,  questo “voler fare tanto”  delle volte un po’ mi spaventa….
Personalmente sono divisa in due: da un lato il desiderio irrefrenabile di fare continuamente mi  stimola ma, dall’altro, mi porta anche a rimettere molte cose in discussione, e questo non fa bene. Confusione, sopraffazione, iperattività… E allora mi fermo e mi concentro.
Come primo passo nei confronti della bella stagione, solitamente mi dedico alle pulizie: tiro fuori tutto, svuoto il laboratorio, rigenero i pennelli, controllo i colori da cambiare e faccio un catalogo di tutti i pannelli da sistemare. Poi mi dedico a riordinare i bozzetti.
Eh si, perché d’inverno tra pioggia, influenze e modalità divano prolungate, mi capita di riempire diverse carpette con schizzi di lavori da iniziare “quando potrò tornare a dipingere all’aperto”; tante idee da mettere su tela e legni in attesa di essere rivoluzionati.
Non vi nego che ci sono anche diversi bozzetti fatti in auto nel traffico, o in attesa all’ufficio postale o dal medico ma di questi preferisco non parlare, la maggior parte li faccio dietro scontrini o liste della spesa, il che rende la realizzazione quasi impossibile!
Ecco questo è il mio inizio di primavera, almeno a livello mentale, la parte relativa al corpo (prova costume, dieta, messa in forma) meglio evitarla, “fa poco artigiani”; ma c’è anche quella, forse meriterebbe un articolo a parte. E voi amici artigiani? Come “vivete” il vostro spring?
In attesa di sapere come iniziano le vostre primavere e quali buoni propositi avete per la bella stagione, considerato che quelli dell’anno nuovo probabilmente si saranno congelati tra burrasche e neve nei mesi scorsi, io vi mando un caloroso abbraccio e vi dedico questo pensiero che accompagna spesso le mie giornate di sole.

Non si stancava mai di guardare sorgere il sole: rosso acceso, dorato, lavato nelle acque del grande mare. Il sole nascente gli ispirava sempre lo stesso pensiero: a differenza dell’astro celeste, il figlio dell’uomo non si rinnova mai e per questo è destinato alla morte. 
L’uomo ha ricordi, rimorsi e rancori che si accumulano dentro di lui come strati di polvere finché gli impediscono di ricevere la luce e la vita che discende dal cielo.
Il sole , invece, si rinnova costantemente. Se il cielo si rannuvola, poi si rasserena. 
Il sole tramonta, ma ogni mattino rinasce.
(Isaac Bashevis Singer) 

Sere Rouge – Nata in Sicilia tra Siracusa, Ragusa, Trapani e Palermo … Poi alla scoperta dell’Italia … E via in volo verso l’Europa … Ho bisogno di osservare, scoprire e immortalare. Che sia un’immagine, un disegno o solo uno schizzo. Un quaderno per scrivere e disegnare, una macchina fotografica e poi ho tutto ciò che mi serve: occhi, mani, orecchi e piedi … Tutto è ispirazione … ogni persona, oggetto, paesaggio, emozione. La mia necessità è sperimentare, conoscere e cercare di capire cosa succede intorno a me e poi parlarvi con immagini e parole. E non fermarsi … MAI

3 commenti

  • CreOnWood

    CreOnWood

    ❤️ 😂D’accordissimo! Anche i miei buoni propositi si sono congelati con la neve ed il freddo nei primi giorni dell’anno, ma la primavera li sta scongelando! Adoro la primavera! Amo sapere che tutto può cambiare e rinascere!

  • Riusandocarta

    Insomma non sono molto d’accordo, amo l inverno, la neve, le sciate, le passeggiate sul manto Candido e silenzioso,. La primavera porta via tutto questo e aimè arrivano le allergie e starnuti a go-go. Ma per tutto il resto sono d accordo sopratutto per l energia creativa che essa sprigiona♻️