Il Mondo creativo

Consapevole di essere una novellina del mondo del ‘fatto a mano’ decido di fare la mia prima esperienza sul campo, partecipando, rigorosamente da spettatrice, a ‘il Mondo creativo’!
Dopo aver preso un giorno di ferie e aver sistemato marito e figlio parto da Parma destinazione Bologna. Mi rendo conto lungo il tragitto che ho grandi aspettative, anche se non so proprio cosa aspettarmi! Sembra un controsenso, ma il mondo dell’artigianato continua ad essere una grande scoperta fatta di materiali, di gente estrosa, di marketplace e di social.
Si passa così rapidamente dalle ricette della nonna alla più recente tecnologia che la mia prima fiera sarà una grandissima scoperta.
Entrata nel primo padiglione, con gioia mi accorgo che quei brand che tanto mi piacciono e che seguo sui social sono proprio lì tutti davanti a me col loro vestito migliore. Mi impongo di girare con criterio, ma…non ci riesco! Non appena vedo carta, libri o gioielli il magnete immaginario insito in me mi attrae inesorabilmente verso quei lidi!
È un tripudio di materiali, di colori e di fantasia, osservo con ammirazione visi sorridenti che hanno saputo creare, che hanno avuto il coraggio di credere nelle proprie capacità e nei propri sogni.  Perché, siamo sinceri, devi avere grinta e tenacia per fare della tua passione creativa un mestiere! Mi fermo più volte a parlare coi tanti ‘artisti’, hanno tutti parole piene di allegria e passione nel descrivere ciò che fanno, solo una di loro mi delude un po’ perché, essendo molto conosciuta sui social, sembra comportarsi già da snob e, malgrado abbia cose molto carine ed originali, non mi affascina e non mi invoglia assolutamente a portare a casa un suo lavoro.
Spendo comunque una discreta fortuna tra monili, candele e accessori. Il secondo padiglione infatti regala un’infinita di materie prime che porto a casa senza sapere bene se mai le userò! In quest’ultimo caso mi sarei aspettata prezzi un pochino più da ‘fiera’; qualche occasione sono riuscita comunque a scovarla! Il padiglione delle materie prime è sicuramente meno interessante, almeno dal mio punto di vista, anche se mi ha regalato interessanti nozioni pratiche per la realizzazione di alcuni oggetti! Felicemente esausta abbandono questo mondo incredibile e rientro a casa dove potrò rientrare nel mio ‘mondo creativo’ semplicemente sedendomi alla scrivania ricoperta di libri da cui tutte le mie ‘opere’ nascono…”

Un anno fa o giù di lì, mentre curiosavo in un mercatino della mia città, sono rimasta ammaliata. Ho visto un libro, e già sarebbe stato sufficiente ad attirare la mia attenzione, che aveva le pagine piegate (solo piegate!) a formare un cuore: dovevo farlo anche io, dovevo riuscire con le mie mani a creare quella meraviglia e donare nuova vita a libri ormai chiusi e magari dimenticati. Ho iniziato a studiare quei pochi video e articoli che sono riuscita a scovare. Un’arte purtroppo o per fortuna molto poco conosciuta, una specie di origami: il BOOK FOLDING. Era circa un anno fa ed ora…eccomi qua. Mi chiamo Chiara e ho letto tantissimi libri. Sono proprio innamorata di quei libri e del profumo della carta e ora ho imparato a coccolarli e cullarli tra le mani in modo che raccontino un’altra storia, la mia o di chi vuole provare a raccontarne una…

3 commenti

  • Cri. ated

    Cri. ated

    Bell articolo Chiara, simpatico e travolgente 😉la passione che hai si vede nelle tue creazioni che sono bellissime.

    • Chiara inbookalupo_carta_scolpita

      Chiara inbookalupo_carta_scolpita

      Grazie grazie davvero! Pian pianino sto prendendo coraggio e inizio a ‘mostrarmi’ un pochino e ho scoperto che mi piace!!!!

  • danitani

    Il mondo creativo è un vulcano in pieno fermento. C’è solo da scoprire ed entusiasmarsi. Quello che fai tu è originale e incredibilmente creativo.